ASSUNZIONE COLF E BADANTI

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: ASSUNZIONE COLF E BADANTI

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Sab Dic 12, 2009 1:21 pm

informazioni ACLI
COLF E BADANTI


EMERSIONE DAL LAVORO IRREGOLARE
31/12/2009


COMPLETAMENTO DELLA DOMANDA












I datori di lavoro che sulla base di quanto previsto dalla

L. 102/09 per la procedura di emersione dal lavoroirregolare di colf e badanti, hanno provveduto al pagamento del contributo forfettario di 500,00 € con il Mod. F24,

a cui non ha fatto seguito la presentazione della relativa domanda, possono provvedere a perfezionare l’istanza, entro e non oltre il 31/12/2009 contattando il servizio di “Help Desk” del Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione al numero 06/48905810 oppure via mail all'indirizzo https://nullaostalavoro.interno.it.

Per informazioni:

· Patronato Acli–telef. 02.77281–lunedi/venerdì 8,30/12.30

· e-mail: milano@patronato.acli.it

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ASSUNZIONE COLF E BADANTI

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Mer Dic 23, 2009 5:31 pm

E' interessante visitare questa scheda sul sito sottosegnalato che riporta un riassunto sull'iter delle procedure

http://www.meltingpot.org/articolo14960.html

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ASSUNZIONE COLF E BADANTI

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Lun Gen 04, 2010 5:38 pm


Ministero dell'Interno - Circolare 7.12.2009, prot. n. 7950

Il datore di lavoro e lo straniero si dovranno comunque recare presso lo Sportello Emersione per la firma del contratto di soggiorno, relativo al periodo di effettivo impiego, e per la formalizzazione della rinuncia al rapporto di lavoro. Al lavoratore verrà rilasciato un permesso per attesa occupazione con validità semestrale.
Il datore di lavoro è tenuto a rispondere alla convocazione dello Sportello emersione anche in assenza del lavoratore, confermando, in quella sede, di aver assolto all'obbligo di informare il lavoratore della necessità di presentarsi in Prefettura per la firma del contratto di soggiorno. Tale comportamento da parte del datore di lavoro produrrà l'effetto di estinguere i reati e gli illeciti amministrativi connessi all'irregolare costituzione del rapporto di lavoro con uno straniero in condizione di clandestinità.
Viene infine consentita la possibilità di far emergere il rapporto di lavoro per il quale il contributo forfetario di 500 euro è stato pagato da un soggetto diverso dal datore di lavoro che ha successivamente inoltrato la domanda di emersione in via telematica.

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ASSUNZIONE COLF E BADANTI

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Gio Gen 14, 2010 3:01 pm

se qualcuno è interessato a una badante con permesso di soggiorno ottime referenze mi può contattare

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ASSUNZIONE COLF E BADANTI

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Mar Mar 02, 2010 5:08 pm

Ai fini della dimostrazione della disponibilità di un alloggio, per perfezionare la procedura di regolarizzazione, sarà sufficente presentare la comunicazione di cessione fabbricato per ospitalità presentata all’autorità di pubblica sicurezza al momento della convocazione presso lo Sportello Unico.

Lo chiarisce la circolare del Ministero dell’Interno n. 1354 del 18 febbraio 2010.

La circolare precisa che questo vale sia per quei lavoratori che abitano presso l’alloggio del datore di lavoro, sia per chi è ospitato presso un alloggio diverso.
Secondo la legge 102/2009, precisa la circolare, gli Sportelli Unici non sono tenuti a richiedere il titolo in base a cui il datore di lavoro detiene l’alloggio.
Niente contratto di affitto o atto di proprietà quindi, ma la semplice comunicazione di ospitalità

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ASSUNZIONE COLF E BADANTI

Messaggio Da libero pensatore il Dom Mar 07, 2010 4:03 pm

Il circolo A.C.L.I. di Muggiò sito in p.za della Chiesa nr. 15 a partire da marzo 2010, negli orari d'ufficio è aperto anche per il servizio inerente ad assunzioni, tenuta busta paga, calcolo contributi, ecc. per lavoratori domestici (colf e badanti). Gli orari sono ogni lunedi e mercoledi dalle ore 14 alle 18

libero pensatore

Numero di messaggi : 322
Data d'iscrizione : 23.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ASSUNZIONE COLF E BADANTI

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Dom Mar 21, 2010 2:12 am

Ultimi passaggi burocratici tra il ministero dell'Interno e quello del Lavoro, ma l'iter di stesura di un imminente decreto flussi è ormai in dirittura d'arrivo. Secondo le anticipazioni apparse oggi su Il Sole 24 Ore «il decreto ricalcherà grossomodo quello del 2008». Ovvero: 105mila lavoratori domestici (ossia colf e badanti) e 45mila lavoratori provenienti da paesi "riservatari" che hanno sottoscritto o stanno per sottoscrivere specifici accordi di cooperazione con l'Italia in materia migratoria (per impieghi domestici o di altri settori produttivi). A questi vanno aggiunti i circa 80mila stagionali per cui Cia e Coldiretti hanno da tempo sollecitato il governo.

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ASSUNZIONE COLF E BADANTI

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Mer Ago 11, 2010 2:50 pm


pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ASSUNZIONE COLF E BADANTI

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Lun Gen 31, 2011 2:53 pm

Oggi il primo dei tre giorni per chiedere il permesso, il primo dei tre click day che garantiranno un lavoro in regola a quasi centomila extracomunitari, contro gli oltre trecentomila aspiranti, secondo il nuovo decreto flusso varato dal consiglio dei ministri.
L'ora del via è scattata il 31 gennaio alle otto, primo click day per inoltrare le domande al sito del ministero dell'Interno, e riguarda un primo contingente di 52.080 cittadini impegnati in tutti i settori produttivi, ma provenienti da Paesi che hanno sottoscritto specifici accordi di cooperazione in materia migratoria.
Al momento sono stati richiesti oltre 210mila moduli (170mila per colf e badanti e 40mila per lavoro subordinato) e le domande già pronte per l'invio sono circa 115mila. I paesi con corsia preferenziale e maxi quote riservate sono: Marocco, Tunisia, Egitto, Albania, Moldavia, Filippine e Sri Lanka.


L’altra data importante è fissata per il 2 febbraio, sempre dalle otto di mattina, quando scatterà il secondo appuntamento per i 30.000 lavoratori che si dedicheranno esclusivamente ai lavori domestici. Infine il 3 febbraio sarà riservato a tutte le altre categorie di lavoratori.
Le istruzioni per i tre click day sono uguali, ovvero è il datore di lavoro che deve “chiamare” lo straniero e per farlo deve garantire un contratto minimo di venti ore con uno stipendio di almeno 473 euro e un alloggio e deve avere lui stesso un reddito di almeno il doppio.
Spedita la domanda telematica apparirà una ricevuta che bisogna stampare. L'orario dell'invio può essere diverso dalla ricevuta perché ci vuole tempo prima che il sistema valuti la richiesta. La legge dice che la risposta deve essere data entro 40 giorni, ma specie nelle grandi città sarà difficile. Se la domanda sarà respinta il datore di lavoro potrà fare ricorso al Tar.

Quest’anno nel decreto flussi son presenti 4.000 quote per la conversione dei permessi stagionali in permessi di soggiorno per lavoro subordinato non stagionale. Un’opportunità importante anche per il settore agricolo perché si tratta di lavoratori con i quali le aziende del settore hanno instaurato un rapporto di reciproco affidamento. La presenza dei lavoratori stranieri impegnati nelle campagne italiane è salita a quota 106.058, con un aumento del 2,03 per cento, ed oggi rappresenta quasi il 9,15 per cento del totale impiegato in agricoltura. In altre parole nei campi quasi un lavoratore su dieci è straniero

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ASSUNZIONE COLF E BADANTI

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Mar Feb 07, 2012 10:49 am

Grazie all’operato del ministero del Welfare, con il supporto tecnico dell’agenzia ItaliaLavoro, verranno dislocati sul territorio 200 sportelli in cui opereranno le agenzia private di intermediazione. L’obiettivo di questi sportelli è fornire assistenza sia alle famiglie che cercano chi possa prendersi cura di un bambino o di un anziano, sia a chi si offre come badante.

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ASSUNZIONE COLF E BADANTI

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Mer Feb 06, 2013 1:17 pm

LA FORNERO COLPISCE ANCORA
Nel 2013 rischia di scoppiare il «caos badanti». Per effetto della riforma Fornero che ha introdotto un nuovo "balzello "per finanziare lil nuovo ammortizzatore, l'assicurazione sociale per l'impiego «gli anziani saranno considerati alla stregua di veri e propri imprenditori e in caso di licenziamento della persona che si prende cura di loro saranno costretti a pagare fino a 1.400 euro in tre anni, ovvero 473 euro all'anno». Lo denuncia lo Spi-Cgil che sottolinea come «tale cifra non andrà direttamente nelle tasche dei lavoratori licenziati ma finirà nelle casse dell'Inps per alimentare l'Aspi», inoltre l'importo dovuto «non tiene inoltre conto delle diverse tipologie di lavoro e resta del tutto invariato sia che la badante licenziata abbia lavorato per poche ore alla settimana sia che abbia lavorato per otto ore al giorno

Secondo il sindacato dei pensionati della Cgil in questo modo «non solo si penalizzano ulteriormente gli anziani non autosufficienti e le loro famiglie con un pesante aggravio di costi e di burocrazia» , ma si finisce «soprattutto per alimentare il lavoro nero, che nel settore è già una vera e propria piaga toccando la quota dell'80% con oltre 2milioni di lavoratori non in regola».
di Giorgio Pogliotti -
sole 24 ore 6-2-2013
Giorgio Pogliotti

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ASSUNZIONE COLF E BADANTI

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Sab Feb 09, 2013 2:18 pm

CHIARIMENTI TASSA BADANTI

Nessuna "tassa" per il licenziamento di colf e badanti impiegate dalle famiglie. Ad assicurarlo è stato il ministero del Lavoro che, dopo aver consultato i suoi tecnici, ha chiarito che il comma 31 dell'articolo 2 della legge 92/2012 si applica "solo alle imprese e non alle famiglie". Niente contributo una tantum per chi vuole interrompere il rapporto con la colf, la baby sitter o la badante, quindi.
Il chiarimento del ministero mette fine alla vicenda che stava preoccupando non poco le famiglie italiane, per le quali il rischio era di dover sborsare fino a 1.450 euro in caso di licenziamento del lavoratore domestico. A sollevare il problema era stata l'associazione Assindatcolf, secondo cui dal 1° gennaio 2013 il datore di lavoro domestico è sottoposto al finanziamento della nuova indennità di disoccupazione Aspi e mini-Aspi, in tutti i casi di interruzione di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato, indipendenti dalla volontà del lavoratore». L'Assindatcolf aveva quindi chiesto una modifica della norma al ministero, ritenendo troppo pesante la "tassa" per le famiglie. "Non serve alcuna modifica - spiegano dal ministero - perché i nostri tecnici hanno verificato che la misura non si applica alle famiglie, ma solo alle imprese".

di Francesca Milano - Il Sole 24 Ore - 8-2-2013

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ASSUNZIONE COLF E BADANTI

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum