Cosa non si fa per un posto al sole

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Mer Mag 27, 2009 3:00 pm

Amministrative
Dal Giornale di Monza del 26-05-09:" La lega a Muggiò non certo per decisione propria si è trovata in una coalizione con Il PD, in caso di affermazione ci aspetta un duro lavorcertamente non solo per il governo della città. Sappiamo con chi abbiamo a che fare..............PS. il nostro stomaco non è predisposto a digerire tutto . Siamo facili al Rigurgito.

Mio commento: Ma la politica non dovrebbe essere una libera espressione e rappresentare una parte di società che si riconsca nelle idee che un partito e non sia espressione di ordini dall'alto che sviliscono i cittadini e non rendono certo onore a chi dice di subire?

Provinciali

Alla presentazione del candidato Pressidente Allevi Il Ministro La Russa :"afferma l'inutilità delle province"

Durante un dibattito svolto alla camera di commercio di Monza il candidato Casati afferma di non avere mai creduto nelle provincie e si è sempre battuto per la loro soppressione

Si può discutere e argomentare se le province sono utili, inutili e solo dispendiose ma sarebbe bello che chi non ci crede non lotti per la poltrona e faccia valere le propriie opinioni e argomentazioni con tutti i modi permessi dalla legge vigente.

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Mer Lug 01, 2009 11:41 am

finalmente la nuova provincia ha partorito la giunta dopi nomi annunciatim veti posti da Milano da Roma. Ora tutti contenti? no imalumori serpeggiano vediamo cime andrò a finire
Intanto due consiglieri del parlamentino monseze escono dal Pdç e fondano Forza Lombarda
E che di dire delle lotte appena iniziate per le varie cariche degli enti pubblici

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da libero pensatore il Ven Lug 03, 2009 6:47 pm

ma, scusate, mi assale un dubbio atroce! Mi chiedo dove sta il federalismo e le autonomie locali se per scegliere la coalizione nelle elezioni comunali e per decidere sulle giunte (sia comunali che provinciali) devono intervenire gli apparati provinciali, regionali e nazionali? Se qualcuno me lo spiega, lo ringrazio!

libero pensatore

Numero di messaggi : 322
Data d'iscrizione : 23.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Sab Lug 04, 2009 10:51 am

le interferenze ci sono sempre state solo che ora si beano di autonomia, fedaralismo ect. In questi ultima anni è peggio perchè non rispettano nemmeno i patti, gìà più o meno concordati. Daltronte gli interessi in gioco sono tanti.

Nella prima seduta del consiglio provinciale l'ex Sindaco di Monza Rosella Panzeri
lancia la sua accusa. Al Presidente fa presente come non abbia avuto il corraggio di ribellarsi alle interferenze,e tiene a precisare che i patti vanno rispettati,chiede scusa agli elettori che credevano in un suo ruolo in giunta.Inoltre ha fatto presente come la nomina del Presidente del Consiglio non fosse stata discussa. Lei si autoproposta per la carica.

What a Face Il prossimo intervento vi porto un'altro esempio Like a Star @ heaven


Ultima modifica di pietro giorgio zoppellaro il Lun Lug 06, 2009 12:39 am, modificato 3 volte (Motivo della modifica : correzione ortografia)

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Sab Lug 04, 2009 2:02 pm

sempre per capire le varie lotte per la divisione del potere vi riporto i vari incarichi pubblici dei nuovi assessori (cittadino-02-07-09)

Francesco Giordano PdL- Opere Pubbliche-Viabilità-Trasporti
impiegato presso la AeB di Seregno (in aspettativa)
Tra i vari ruoli politici lo ricordiamo in Consiglio Comunale a muggiò dal 2004 al 2006
Attualmente ricopre la carica di pressidente della Gelsia reti (30 milla euro)dove la stessa AeB è socio di riferimento
Pressidente di Alsi (38 milla euro anno) che gestisce l'impianto di depurazione di San Rocco Monza
Presiede anche asml(azienda servizi multisettoriali lombarda) spa di Lissone (18 milla euro anno)
Consigliere del cda di Brianzacque (18 milla euro anno)
Fa parte del consiglio di amministrazione del Cap gestione spa di Milano (18 milla euro anno)
CDA del Consorzio Cimep di Milano (24 milla euro anno)
Ha lasciato la presidenza della Briacom spa e Bria spa (16,5 milla e 17,5 milla euro anno)

Rosario Perri (PdL) Personale Affari Generali Società
Partecipate
Appena andato in pensione dopo avere ricoperto importanti funzioni al comune di Desio come diregente e direttore generale
Attualmente consigliere in Brianzacque (18 milla euro anno)
Presidente del Consorzio Parco delle Groane (10 milla euro anno) entrambi incarichi di natura politica

Antonio Brambilla Vicepressidente Assessore Pianianificazione Territoriale Parchi
Assessore all'urbanistica comune di Desio
Consigliere capogruppo comune Carate Brianza
Vicepresidente Aler di Monza e Brianza

Fabrizio Sala Ambiente Agenda21
Consiglio di amministrazione Farmacom


Ultima modifica di pietro giorgio zoppellaro il Lun Lug 06, 2009 12:49 am, modificato 2 volte (Motivo della modifica : correzione)

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Sab Lug 11, 2009 6:47 pm

Riprendo quì un argomento già trattato nella sezione sicurezza che ha per titolo parco Grugnotorto vietato agli stranieri.
La mia domanda è perchè se voglio vietare il barbecue per ragioni di sicurezza devo specificare che così impedisco l'uso del parco agli stranieri?
E se è vero che la maggior parte il barbecue è utilizzato dagli stranieri è anche vero che se lo vieto di fatto è proibito anche a loro.
Qindi se il Sindaco ha bisogno di specificarlo è perchè o è effetto xenofobia (cosa che non credo) o deve dimostrare a qualche forza politica che lo sostiene (cosa più probabile) che farà quanto è possibile per rendere la vita difficile agli stranieri.
Traete voi le conclusioni

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Ven Lug 17, 2009 12:45 pm

Sempre per capire la divisione dei pani e dei pesci.
Duranta il consiglio comunale di Cesano Maderno del 14 per la presentazione della giunta e del consiglio. Vengoni elencati i nomi degli assessori ma non le deleghe. Ad oggi ancora non li conosco
Haa dimenticavo in campagna elettorale hanno sbandierato una diminuzione degli assessori da 10 a 8. Sono rimasti in 10

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Gio Ago 06, 2009 2:08 pm

Mentre si continua proclamare di ridurre le spese della politica i signori che raggiungono la poltrona cercano di avvantagiarsene il più possibile.
L'associazione contribuenti denuncia un aumento costante, che sembra non conoscere sosta. E' quello che viene fatto registrare dalle auto blu della Pubblica amministrazione italiana, arrivate a toccare la cifra record di 624.330 unità, con un +2,7% negli ultimi sei mesi. Un dato che conferma un trend in crescita, anno dopo anno. Nel dicembre del 2008, le auto blu erano 607.918, contro le 574.215 dell'anno precedente.
Nella ricerca vengono conteggiate sia le auto di proprietà delle amministrazioni che quelle in leasing, in noleggio operativo e noleggio lungo termine, presso lo Stato, Regioni, Province, Comuni, municipalità, Asl, comunità montane, enti pubblici, enti pubblici non economici, società misto pubblico-private e società per azioni a totale partecipazione pubblica.
A livello mondiale, dunque, l'Italia, con le sue 624.330 unità è il primo Paese per utilizzo di auto blu, mentre in altri luoghi, come gli Stati Uniti, il dato è diminuito. Al secondo posto, proprio gli Usa, con 72mila (contro le 75mila del dicembre 2008), seguiti dalla Francia, con 63mila (rispetto alle 64mila di fine 2008). Al quarto posto il Regno Unito con 56.000, la Germania con 55.000, la Turchia con 51.000, la Spagna con 42.000 (nessuna variazione rispetto al 2008), il Giappone, con 30.000 (mille in meno rispetto al 2008), la Grecia con 30.000. Ultimo in classifica il Portogallo, con 22.000 auto blu (- 1000).

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Sab Ott 10, 2009 1:43 pm

Renzo Bossi: incarico da 12.000 euro al mese



La lega, si sa, è sempre stata contraria all'odioso nepotismo di "Roma Ladrona" ed assolutamente estranea al clientelismo tipico della cara e vecchia Dc (e diciamo pure di ogni partito politico esistente).

Il partito del Carroccio, anche questo è risaputo, ha sempre fatto della coerenza la sua più gran virtù e, difatti, Calderoli si è subito precipitato a far la pace con la Chiesa; ribadendo le sue radici cristiane (il fatto che si fosse sposato con un paganissimo "rito celtico" è un trascurabile dettaglio). Umberto Bossi, da sempre un convinto anti-meridionalista, si è sposato invece una siciliana e, sempre lo stesso Senatùr, promotore dell'inferiorità culturale dei terroni, ha visto il figliolo Renzo bocciato per ben tre volte all'esame di maturità. Il monumento alla coerenza della predica, però, i bravi Leghisti lo hanno eretto solo qualche giorno fa; nominando proprio il piccolo e neo-diplomato Renzo Bossi membro di un "osservatorio"

dell'Expo di Milano (che i più maliziosi considerano creato ad hoc per far guadagnare qualche soldino a "Bossino").

Non solo: il Senatùr ha pensato proprio a tutto e, per sistemare al meglio il suo ram(pollo), ha fatto in modo che, l'altro campione leghista di ottime prediche e pessimi razzolamenti Francesco Speroni , nominasse suo portaborse in Europa indovinate chi? Ma è semplice: Renzo Bossi.

Lo stipendio mensile di questo diplomato che è già "Team Manager" della Nazionale Padana sarà di "soli" 12.000 euro . Ma non scandalizzatevi,

signori: non prendetevala se voi, poveri plurilaureati 30enni, dovete vivere con 1000 euro al mese e, questa "trota" (così lo definisce affettuosamente il papà) guadagnerà 12 volte di più. Del resto, chi parla di plateale ed intollerabile caso di nepotismo, non conosce il fulgido curriculum del preparatissimo Renzo Bossi . Lo riassiumiamo di seguito per buona pace dei lettori.

-Bocciato tre volte all'esame di stato

-Team manager della Nazionale Padana

-Inventore e promotore di "Rimbalza il clandestino"

Insomma: 12.000 euro netti mensili strameritati.

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da libero pensatore il Dom Nov 15, 2009 7:10 pm

cosa non sta facendo il governo pur di non parlare e soprattutto risolvere i problemi reali del nostro paese?
Continuamente ci vien detto che ormai siamo fuori dalla crisi e che i problemi sono finiti; sarei molto contento se vosse vero, peccato che nelle aziende crescono i cassaintegrati, i licenziati e spesso chiudono.
I nostri governanti inventano leggi quali il processo breve (che salverebbe qualcuno dai processi, che sarebbe cosa oltre che assai ingiusta, pure anticostituzionale) o vogliono reintrodurre l'immunità parlamentare (chi fa le cose legali non ne ha certo bisogno, allontanerebbe ancora di più le persone dalla politica), promettono di diminuire o togliere l'IRAP e la settimana dopo dicono che non è possibile (anche qui, è federalismo togliere le imposte regionali anzichè quelle statali? E come si coprirebbe il buco? Poi forse non ricordano che quando è stata creata l'irap è stata abolita un'altra tassa (ILOR) che faceva pagare di più? Hanno forse la memoria corta o cercano un posto al sole? Ne vedremo delle belle!

libero pensatore

Numero di messaggi : 322
Data d'iscrizione : 23.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Gio Nov 19, 2009 3:01 pm

la lega ha dimostrato ancora una volta la sua coerenza, dopo le ripetute dichiarazioni di controrietà alla privatizaione dell'acqua ha votato a favore del decreto. Silvio ordina la lega ubidisce.

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Ven Dic 18, 2009 11:22 am

Sono esterefatto,l' assessore della lega con carica da vicesindaco si dimette, non si perchè. Il Sindaco nomina subito vicesindaco l'altro assessore della lega. Passano neanche 15 giorni e tutto torna come prima. Io non riesco trovare ne un senso politico ne razionale. E' vero tra qualche mese ci sono le elezioni e bisogna stare assieme appassionatamente per la conquista del potere. E tutto il resto ad esmpio l'approvazione del PGT che la lega aveva qualche remora?

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da libero pensatore il Gio Gen 21, 2010 4:13 pm

ieri son successi dei fatti molto strani a Roma: il governo che fa approvare alla camera del Senato le norme sul processo breve (inutile nasconderlo, per salvare Berlusconi dai suoi processi, se ne fanno saltare moltissimi altri, come ha detto qualcuno si pretende di fare correre un'auto di piccola cilindrata come fosse un'auto di corsa), poi lo stesso premier dice che non vuol presentarsi ai suoi processi perchè son peggio di un plotone d'esecuzione, cosa possono pensare i cittadini di questi comportamenti?
Ieri sera, poi la Gelmini che propone di sostituire la frequenza scolastica obbligatoria fino a 16 anni con la possibilità di lavorare a 15 anni con il contratto di apprendistato? Non è al corrente delle leggi che ci sono negli altri paesi europei e della crisi che attanaglia il mondo del lavoro, già pieno zeppo di precarietà?
Intanto la disoccupazione aumenta, ma occorre nasconderlo!

libero pensatore

Numero di messaggi : 322
Data d'iscrizione : 23.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da libero pensatore il Dom Mar 07, 2010 5:01 pm

SIAMO ANCORA IN DEMOCRAZIA IN ITALIA?
E' questa la domanda che mi faccio in base a quanto sta accadendo nel nostro paese riguardo a:
1- quando sento che per tutta la campagna elettorale alla RAI vengono sospese le trasmissioni che si occupano di approfondimento e dibattito su vari problemi dell'Italia (es. Annozero, Ballarò. Porta a Porta ed altri) evitando la libertà di informazione e oltrettutto recando grossi danni alle casse della RAI (ricordo che le decisioni sono state assunte da organi della RAI eletti dall'attuale apparato dei partiti, e che sono state prese con il giudizio negativo del presidente della RAI)
2- il governo Berlusconi ha emesso una legge (decreto Milleproroghe) con la quale sono stati tolti gli aiuti pubblici a organi di stampa e televisioni private non collegate ai partiti, per dare più soldi a quelli collegati ai partiti; non mi sembra questo un esempio di pluralismo e di difesa dell'informazione); senza questi aiuti alcuni giornali e TV potrebbero chiudere, con perdita di altri posti di lavoro e soprattutto con minore informazione libera!
3- per quanto concerne questa tornata elettorale. ieri il governo Berlusconi ha approvato in fretta e furia l'ennesimo decreto legge per far sì che possano essere votate alcune liste non presentate regolarmente, secondo i regolamenti e le leggi attuali.
Secondo me questo è un esempio per tutti i cittadini che le regole vanno rispettate solo fin quando piacciono, e che non si è tenuti a rispettarle quando non piacciono o in quest'ultimo caso si possono anche cambiare anche in campagna elettorale avanzata!
Qualcuno parla di golpe, in effetti i golpi si fanno in modo cruento, ma anche introducendo leggi ad personam che cambiano le regole!
Ricordo che in altre tornate elettorali è stato impedito ad altre liste minori di essere votate in quanto la loro presentazione non osservava le regole, che devono valere per tutti, piccoli e grandi, questa è la democrazia!
Che ne pensate?

libero pensatore

Numero di messaggi : 322
Data d'iscrizione : 23.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da libero pensatore il Mer Mar 10, 2010 8:56 pm

A PROPOSITO DEL DECRETO BERLUSCONI "SALVALISTE" APPROVATO IL 5 MARZO 2010:
Il TG1 RAI delle ore 13,30 di domenica 7 marzo, riferisce questa dichiarazione di Mons. Domenico Mogavero, responsabile affari giuridici della CEI:
"Cambiare le regole del gioco mentre il gioco è in corso è un atto altamente scorretto"
Meno male che un alto esponente della Chiesa Cattolica ha avuto il coraggio di dire le cose come stanno!
Personalmente, mi è dispiaciuto sentire che, successivamente, la CEI ha detto che la dichiarazione di Mons. Mogavero non rappresenta la linea ufficiale della CEI che non ha espresso, nè intende esprimere valutazioni al riguardo.
E sì che la CEI è intervenuta tante altre volte ad insegnarci che tutto deve avvenire nella legalità! Forse ha paura di Berlusconi?

libero pensatore

Numero di messaggi : 322
Data d'iscrizione : 23.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Dom Mar 14, 2010 2:51 pm

Renzo Bossi: incarico da 12.000 euro al mese

La lega, si sa, è sempre stata contraria all'odioso nepotismo di "Roma Ladrona" ed assolutamente estranea al clientelismo tipico della cara e vecchia Dc (e diciamo pure di ogni partito politico esistente).
Il partito del Carroccio, anche questo è risaputo, ha sempre fatto della coerenza la sua più gran virtù e, difatti, Calderoli si è subito precipitato a far la pace con la Chiesa; ribadendo le sue radici cristiane (il fatto che si fosse sposato con un paganissimo "rito celtico" è un trascurabile dettaglio). Umberto Bossi, da sempre un convinto anti-meridionalista, si è sposato invece una siciliana e, sempre lo stesso Senatùr, promotore dell'inferiorità culturale dei terroni, ha visto il figliolo Renzo bocciato per ben tre volte all'esame di maturità. Il monumento alla coerenza della predica, però, i bravi Leghisti lo hanno eretto solo qualche giorno fa; nominando proprio il piccolo e neo-diplomato Renzo Bossi membro di un "osservatorio" dell'Expo di Milano (che i più maliziosi considerano creato ad hoc per far guadagnare qualche soldino a "Bossino").
Non solo: il Senatùr ha pensato proprio a tutto e, per sistemare al meglio il suo ram(pollo), ha fatto in modo che, l'altro campione leghista di ottime prediche e pessimi razzolamenti Francesco Speroni, nominasse suo portaborse in Europa indovinate chi? Ma è semplice: Renzo Bossi.
Lo stipendio
mensile di questo diplomato che è già "Team Manager" della Nazionale Padana sarà di "soli" 12.000 euro. Ma non scandalizzatevi, signori: non prendetevala se voi, poveri plurilaureati 30enni, dovete vivere con 1000 euro al mese e, questa "trota" (così lo definisce affettuosamente il papà) guadagnerà 12 volte di più. Del resto, chi parla di plateale ed intollerabile caso di nepotismo, non conosce il fulgido curriculum del preparatissimo Renzo Bossi. Lo riassiumiamo di seguito per buona pace dei lettori.
-Bocciato tre volte all'esame di stato
-Team manager della Nazionale Padana
-Inventore e promotore di "Rimbalza il clandestino"
Insomma: 12.000 euro netti mensili strameritati.

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da libero pensatore il Ven Giu 04, 2010 8:05 pm

settimana scorsa il governo Berlusconi ha emanato il decreto legge sul contenimento della spesa; peccato che ai sacrifici sono chiamati, come al solito, specialmente coloro che i sacrifici li fanno tutti i giorni e quelli che le tasse le hanno sempre pagate.
Non mi sembra che vengano toccati i privilegi della casta, per esempio sulle loro pensioni d'oro (sembra che per loro bastino 5 anni o forse meno di legislatura per ottenere la pensione, che la reversabilità sia del 100%; tutt'altre regole valgono per noi comuni mortali) senza contare auto blu, viaggi gratuiti, uffici con segretarie a disposizione per tutta la vita ecc. Che ne pensate?

libero pensatore

Numero di messaggi : 322
Data d'iscrizione : 23.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da libero pensatore il Lun Ago 16, 2010 6:14 pm

In questi giorni di ferragosto diversi ministri del governo hanno ripetuto che il governo "tecnico" va contro l'art.1 della nostra costituzione, poichè affermano che la sovranità appartiene al popolo. Non so se per ignoranza o per mala fede hanno tagliato l'art. 1 che per correttezza inserisco integralmente:
Articolo 1
L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione
Due considerazioni mie: la prima viene dal Presente della Repubblica che non esistono governi tecnici, ma solo politici in quanto per esistere devono ricevere la fiducia delle 2 camere del Parlamento.
La seconda è che il potere del popolo si esercita nell'osservanza della Costituzione, quindi qualsiasi governo che riceva la fiducia delle Camere può svolgere le proprie funzioni!
Parecchi altri politici (compreso quelli del governo) cercano di usurpare al Presidente della Repubblica il diritto a sciogliere le Camere, che spetta solo a lui, secondo l'art. 88 della stessa Costituzione.
Chissà se questi politici hanno mai letto integralmente la Costituzione a cui hanno giurato fedeltà o se fanno finta di dimenticare gli articoli che non gradiscono? Di nuovo: ignoranza o malafede?

libero pensatore

Numero di messaggi : 322
Data d'iscrizione : 23.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da libero pensatore il Ven Ago 20, 2010 5:04 pm

Le vacanze, per molti, stanno finendo, meno male che i nostri politici non ci lasciano soli! Anzi ci tengono compagnia durante i telegiornali o i dibattiti televisivi, oltre che sui giornali; il problema è che dalle loro interviste, si vede come non rispettino la Costituzione Italiana (che dovrebbero conoscere, specialmente i capi di partito e chi fa parte del governo): oltre a ripetere che se questo governo si dimette bisogna andare subito al voto (anche nella possibilità di un nuovo governo), ora c'è chi, come il ministro Bossi, dice che per andare avanti è necessario che il presidente della Camera si dimetta, e oltrettutto nel caso Fini non si dimetta, l'Umberto nazionale ha già fissato la data delle nuove elezioni (fine novembre o inizio dicembre).
E' necessario che si rilegga e si studi la Costituzione o che qualcuno gliela spieghi, così da poter superare gli esami di riparazione come tanti studenti!

libero pensatore

Numero di messaggi : 322
Data d'iscrizione : 23.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Lun Ott 04, 2010 2:26 pm

Esagono del 4 ottobre 2010
Scheda di: Franco Giordano (personaggio ben conosciuto a Muggiò)
orientamento politico: parte dalla sinistra per arrivare alla destra
tra gli amici politici Massimo Ponzoni
Incarichi e stipendi : impiegato centro sportivo 1300 euro mese
assessore provinciale 1400 euro mese
presidente asml 1000 euro mese
presidenti gelsia reti 1700 euro mese
totale netti 4500 euro mese
Carriera politica iniziata nel 1981 prima nelle file del psi e poi nel pdl con esperinza da sindacalista (segretario regionale uil servizi pubblici),consigliere comunale a lissone,(8 anni) 2 a muggiò,consigliere provinciale a milano,e presidente di commissione (5 anni)

riporto quanto sopra solo per conoscer i nostri politici

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da libero pensatore il Mar Dic 07, 2010 6:14 pm

il governo Berlusconi, sempre attento (a parole) alle associazioni, al volontariato, al bene comune , nella finanziaria ha tagliato di molto il 5 per mille che i cittadini scelgono di destinare alle associazioni di volontariato, onlus e altro.
Due considerazioni:
se il cittadino per legge ha diritto a scegliere l'associazione cui destinare il 5 per mille delle tasse che ha pagato, è democratico chi decide che quanto il cittadino vuole dare all'associazione che ha scelto le venga dato solo in parte??? tanto per capirci fino allo scorso anno il tetto massimo per il totale delle associazioni era 400 milioni di euro, ora è di solo 100 milioni,
varie associazioni hanno già detto che se non chiuderanno, dovranno drasticamente tagliare i servizi ai cittadini, chi ci perde sono sempre i più bisognosi!

libero pensatore

Numero di messaggi : 322
Data d'iscrizione : 23.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da libero pensatore il Gio Set 22, 2011 10:24 pm

oggi il nostro Parlamento doveva votare se concedere o meno l'arresto del parlamentare di centro destra Milanese. Per pochi voti è passato il no. Curioso il motivo addotto da Bossi al suo "no": "non potevamo fare saltare il governo" (che non abbia capito o fatto finta di non capire per interesse che il si o il no andavano dati per motivi giudiziari, valutando se Milanese è un perseguitato dalla legge o no) Per mantenere il potere questo e altro, bell'esempio verso i cittadini onesti.
Se anzichè un parlamentare si fosse trattato di un cittadino comune chi avrebbe evitato il suo arresto???

libero pensatore

Numero di messaggi : 322
Data d'iscrizione : 23.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da libero pensatore il Mar Ott 04, 2011 7:15 pm

Ieri la Fiat ha dichiarato che da gennaio 2012 uscirà da Confindustria, mettendo a pretesto la rinuncia dei licenziamenti facili ,voluti fortemente dal governo Berlusconi nel famigerato art.8 dell'ultima manovra di qualche settimana fa. Evidentemente Marchionne vorrebbe tornare al secolo scorso quando i lavoratori non avevano nessun diritto (o forse dovremmo fare come la Cina, Pakistan, India ecc?) Ci tocca rimpiangere l'avvocato Agnelli?
Intanto il segretario nazionale della UIL dichiara che a lui la scelta della FIAT non interessa, perchè è un problema solo per Confindustria; qualcuno dovrebbe spiegargli che i contratti nazionali firmati diventeranno carta straccia. Quale sarà la controparte dei sindacati dopo?
O che forse anche lui stia cercando un altro posto al sole, alla faccia dei lavoratori?

libero pensatore

Numero di messaggi : 322
Data d'iscrizione : 23.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da libero pensatore il Ven Ago 24, 2012 7:18 pm

Alcune notizie dal Meeting di Rimini riguardanti politici e non:
Avvenire del 23-8-2012 pubblica un servizio sull'intervento di Formigoni al Meeting in cui afferma: "Ringrazio voi tutti perchè ho sentito fisicamente le vostre preghiere" (rivolto al popolo del Meeting), poi ancora "Don Giussani è un grande amico che mi ha voluto bene da vivo e che da Lassù si è dato da fare per me". E ancora confida che papa Benedetto in un recente incontro gli ha detto "Io prego tutti i giorni per lei" . Ma ha anche ammesso che le sue vacanze ai Caraibi non sono in linea con la sua educazione ricevuta.
Io penso che, come tutti i cristiani, anche il Papa preghi ogni giorno per tutte le persone, in particolare per i più deboli, indifesi, per quelli che perdono la vita per testimoniare il Vangelo, e non preghi solo per il governatore della Lombardia! E comunque, Formigoni avrebbe potuto evitare di diffondere una notizia tanto personale, ma si sa, tutto serve per fare brodo!
Ieri al Meeting è intervenuto il ministro Fornero proponendo meno fisco nelle buste paga, peccato che il Tesoro ha detto che non ci sono i soldi necessari, ed anzi aumenteranno i costi causa la cassa integrazione in aumento! Ma qualche giorno fa Monti e Passera non hanno detto che l'Italia è fuori dalla crisi? Comunque a smentirli ci hanno pensato i numeri che danno la cassa integrazione in forte crescita, come pure la disoccupazione.
E' questa la credibilità del Meeting che, comunque, invita solo chi vuole lui? (es. governo e centro destra) alla faccia della paventata apertura verso tutti.
E che dire di Bonanni (altro fedele del Meeting) che difende la Fornero e che auspica dopo le elezioni, un governo Monti-bis? Ma Bonanni non è il segreterario di un sindacato che dovrebbe occuparsi di difendere i lavoratori? A mio parere, ce lo troveremo come candidato alle prossime elezioni, come al solito nessuno fa il lavoro che dovrebbe fare!

libero pensatore

Numero di messaggi : 322
Data d'iscrizione : 23.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da libero pensatore il Gio Nov 29, 2012 8:00 pm

oggi all'Onu ci sarà un'importante sessione in cui decidere se ammettere lo stato palestinese tra gli osservatori, sarebbe un gesto di pace, ma si sa, non la pensano tutti così: Israele e USA sono contrari, l'Europa è, come al solito, divisa tra favorevoli e non. La Germania è contraria, ma forse si astiene, mentre l'Italia sembra indecisa tra il voto contrario e l'astensione! Anche qui dove sta l'Europa? Son solo capaci di mettersi d'accordo per chiedere sacrifici ai più deboli... Poveri noi davvero, e povera pace!

libero pensatore

Numero di messaggi : 322
Data d'iscrizione : 23.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cosa non si fa per un posto al sole

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum