L'angolo economico

Pagina 2 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Lun Gen 04, 2010 4:08 pm

Da quest’anno i bollettini postali si potranno pagare online oppure attraverso il proprio conto corrente bancario. La data di partenza è fissata al 31 marzo.
La novità consentirà di risparmiare tempo e denaro. Infatti si eviterà l’importo della commissione pari a 1,10 euro per versamento allo sportello e a 1 euro per quello sul conto postale online.

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Gio Gen 07, 2010 10:44 am

notizie ADUC
Senza contestazione immediata da parte degli accertatori, la multa per attraversamento con semaforo rosso, rilevata da apparecchiature elettroniche, non e' valida. Lo stabilisce la sentenza n.27414/2009 della Cassazione, depositata il 28 dicembre.
"L'assenza non occasionale di agenti operanti non appare consona all'utilizzazione di un apparecchio di rilevamento automatico, ne' appare superabile alla luce del disposto dell'art. 384 del regolamento di attuazione", per cui le multe col photored devono essere annullate.
Un giudice di Busto Arsizio aveva annullato la multa di un automobilista della provincia di Varese e il Comune aveva fatto ricorso in Cassazione. La sentenza non si basa sulle omologazione degli apparecchi semaforici che, dal 18 marzo 2004, deve essere rifatta per tutti, perche' e' successiva: secondo i giudici il contesto in cui avviene il passaggio col rosso deve essere verificato dalla presenza fisica di un agente perche' puo' avvenire anche per motivi non illegittimi.

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Mar Gen 12, 2010 3:06 pm

in merito alla proposta dell'intruduzione aliquote irpef vi do la situazione attuale e quella futura (nel caso non fosse solo propaganda elettorale)
attuale

Reddito imponibileAliquotaIrpef (lorda)
- fino a 15.000 euro23%23% del reddito
- da 15.001 a 28.000 euro27%3.450 euro + 27% sulla parte oltre i 15.000 euro
- da 28.001 a 55.000 euro38%6.960 euro + 38% sulla parte oltre i 28.000 euro
- da 55.001 a 75.000 euro41%17.220 euro + 41% sulla parte oltre i 55.000 euro
- oltre 75.000 euro43%25.420 euro + 43% sulla parte oltre i 75.000 euro.
La riforma vorrebbe la riduzione a due sole aliquote, forse aggiungendo una "no tax area", cioè un livello di reddito sotto il quale non si pagano tasse. Non essendo stato definito al momento il meccanismo delle detrazioni, la situazione sarebbe questa:

Reddito imponibileAliquotaIrpef (lorda)
- fino a 100.000 euro23%23% del reddito
- oltre 100.000 euro33%
23.000 euro + 43% sulla parte oltre i 100.000 euro.

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Gio Gen 14, 2010 3:27 pm

Il disabile che acquista una autovettura ha diritto ad una detrazione IRPEF pari al 19% dell’ammontare della spesa sostenuta.

Sono considerati “disabili” ai fini della applicazione della detta agevolazione i seguenti soggetti:

- non vedenti,
- sordi,
- persone affette da handicap psichico o mentale titolari di indennità di accompagnamento,
- persone con gravi limitazioni nella deambulazione, affetti da pluriamputazioni o con ridotte od impedite capacità motorie

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da libero pensatore il Sab Gen 16, 2010 5:15 pm

Come ben sappiamo, ogni fine anno è tempo di bilanci, verifiche e proponimenti.

Vorrei in quest’occasione, fare il punto sulla situazione della crisi occupazionale. In tutto l’anno trascorso, politici ed economisti ci hanno detto che ormai eravamo usciti dalla crisi economica e che le aziende riprendevano meglio che negli altri Stati: forse la diminuzione di ordini era in fase calante, ma per l’occupazione è stato un anno tragico e, dispiace dirlo, il 2010 sarà ancora peggiore, dato che tante aziende, terminate le casse integrazioni, passeranno ai licenziamenti.

Espongo alcuni dati diffusi dall’Istat e tratti da “Avvenire” del 9.1.2010:

nel solo mese di novembre 2009 in Italia si sono persi 44.000 posti di lavoro ed in un anno i posti persi sono 389.000; il tasso di disoccupazione è passato dal 7% al 8,3%, tornando ai livelli del 2004. Tra i giovani (fino a 24 anni) il 26,5% è senza lavoro. A questi si aggiungono i cassintegrati (nel 2009 le ore di cassa integrazione richieste sono oltre 900 milioni di ore). Se si sommano anche i cassintegrati, i lavoratori in difficoltà raggiungono il 10% (ai primi posti in Eurolandia).
Occorre anche dire che gli inattivi (chi non ha lavoro e non lo cerca) sono 269.000 in più di un anno fa
Ieri anche Banca Italia ha confermato che tra disoccupati, cassintegrati e inoccupati si arriva al 10%, mentre il ministro Sacconi dice che è scorretto fare tale somma (se lo dice lui...)
A proposito di credibilità al nostro governo, che dire delle 2 aliquote fiscali sbandierate da Berlusconi, da farsi entro quest'anno,? Son bastate 24 ore per sapere da lui che non è possibile farle, ormai siamo abituati tutti ai suoi slogan pubblicitari !

libero pensatore

Numero di messaggi : 322
Data d'iscrizione : 23.06.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Mer Gen 20, 2010 11:09 am

INCENTIVI 2010: AGEVOLAZIONI E BONUS PER LE FAMIGLIE
clicca sotto:
http://sosonline.aduc.it/scheda/incentivi+2010+agevolazioni+bonus+famiglie_16949.php

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Lun Gen 25, 2010 1:13 pm

L'Italia è spaccata in due, almeno quando si parla di fisco e attività non riconducibili al lavoro dipendente. E' quanto emerge dall'analisi compiuta da dipartimento delle Finanze, agenzia delle Entrate e Sose, sui soggetti sottoposti agli studi di settore nell'anno d'imposta 2007 (dunque con Unico 2008).

Il 57,2% del totale dei ricavi o dei compensi è stato dichiarato infatti da professionisti, imprese, artigiani e commercianti del Nord Italia. Meno della metà (42,8%) lo hanno denunciato complessivamente i soggetti attivi al Centro (20,6%), al Sud o nelle isole (22,2%).
Quel 57,2% arriva da circa il 51% dei contribuenti totali, quelli appunto del Nord, che costituiscono quasi il 6o% del reddito d'impresa e di lavoro autonomo.

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Gio Feb 11, 2010 12:40 pm

Cala il reddito medio delle famiglie italiane, sceso del 4% fra il 2006 e il 2008, ovvero pari a 2.679 euro al mese. Lo rivela uno studio della Banca d’Italia, che precisa: "Tenendo conto dei cambiamenti nell'ampiezza e nella composizione della famiglia il reddito equivalente è caduto circa del 2,6%. La riduzione è sostanzialmente simile a quella osservata nel corso della precedente recessione, tra il 1991 e il 1993".

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Gio Feb 11, 2010 8:11 pm

La Regione Lombardia mette a disposizione dei fondi per sostenere economicamente le famiglie con figli di età compresa tra 10 e 16 anni bisognosi di cure preventive di tipo ortodontico, contribuendo a coprire con 700 euro i costi degli apparecchi fissi e mobili.

Requisiti:

  • Isee inferiore o uguale a 18.000 euro

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Mer Feb 17, 2010 2:46 pm

Il 27% delle persone fisiche dichiara di essere sotto il reddito minimo. Pagano dipendenti e pensionati. Tra le imprese, le piccole dichiarano solo il 5,3% dell'imposta complessiva

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Mar Feb 23, 2010 10:42 am

Case, alloggi, negozi e garage saranno venduti dalla prossima estate dalle casse previdenziali e degli enti pensionistici. Considerato il momento di mercato, è ipotizzabile che i prezzi saranno interessanti, anche se gli immobili saranno offerti in prelazione agli attuali occupanti con uno sconto del 30%, ma unicamente per il residenziale

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Mer Feb 24, 2010 1:22 pm

gara di sopravvivenza. E' la storia della generazione dei quarantenni: yuppie a vent'anni, precari a trenta, "decimati" dalla peggiore crisi economica degli ultimi ottant'anni, cominciano ora a guardare al traguardo della pensione. Ma ad aspettarli troveranno poco più che un premio di consolazione. Il loro reddito, all'alba dei 65 anni, risulterà pressoché dimezzato. Chi andrà in pensione nel 2035 riceverà dalla previdenza pubblica il 58% dell'ultimo stipendio se viene da un contratto a tempo indeterminato e il 43% se "parasubordinato" (cocopro e affini), contro gli attuali tassi del 70-80%.

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Lun Mar 01, 2010 3:32 pm

Se il fisco locale sta facendo tirare il fiato ai contribuenti, così non è per le cosiddette tariffe. Complice il patto di stabilità, gli enti locali hanno spinto sulla leva dell’acceleratore per quanto riguarda l’acqua e la raccolta rifiuti.

Tra il 2004 e il 2009 i costi per gli utenti del servizio rifiuti sono aumentati in media del 29% e quelli per la fornitura dell’acqua hanno fatto registrare un’impennata del 26,4%.
Aumenti che potrebbero crescere dopo la pronuncia della Corte costituzionale che ha imposto di rimborsare il canone di depurazione agli utenti scollegati dagli impianti e di non gravare l’Iva sulle bollette della tariffa di igiene ambientale, applicata in oltre 1.200 Comuni dive abitano circa 16 milioni di italiani.

Va meglio per gli asili nido e i trasporti pubblici, per il quali la dinamica dei prezzi ha rispettato l’andamento dell’inflazione.

Questi dati emergono dal Rapporto 2009 sui conti dei comuni che l’istituto per la finanza e l’economia locale, la fondazione dell’Anci, presenterà nei prossimi giorni.

Un lavoro nel quale saranno presentati le prime stime sull’attuazione del federalismo fiscale: dai costi standard, basati sui calcoli delle funzioni base dei Comuni – anagrafe, polizia locale e asili nido – non dovrebbero arrivare grandi risparmi. Il grande cambiamento arriverà dalla meritocrazia dei conti, che potrebbe offrire premi consistenti agli enti più virtuosi.
da virgilio economia

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Mer Mar 03, 2010 7:37 pm

Gli abbonati Rai in regola con il pagamento del canone possono chiedere proprio in questi giorni la smart card di Tivù Sat, necessaria per vedere integralmente via satellite i programmi del servizio pubblico senza dover acquistare il decoder.

Una possibilità concessa in accordo con l’Agenzia delle comunicazione che, con la delibera Agcom732/09/Cons del 16 dicembre 2009, ha stabilito la libertà dell’utente di scegliere se acquistare un decoder certificato Tivù Sat o chiedere la sola smart card, da utilizzare su un apparecchio preesistente.

La smart card non è gratuita: per ogni carta richiesta si dovrà sborsare da un minimo di 16,20 a un massimo di 21,60 euro, a seconda della modalità di pagamento prescelta.
da virgilio economia

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Lun Mar 08, 2010 2:39 pm

Dall’inizio di quest’anno è entrata in vigore la modifica degli scontrini della farmacia, richiesta lo scorso anno dal Garante della Privacy. Lo scontrino della farmacia non indicherà più il nome del farmaco acquistato, ma soltanto il codice di immissione al commercio (AIC), così da rispettare la privacy del paziente, che in sede di dichiarazione dei redditi non sarà più obbligato a render note le malattie di cui soffre a chi gli presta assistenza fiscale.L'Agenzia delle entrate ha deciso di allargare le maglie che vincolavano gli scontrini detraibili con la dichiarazione dei redditi. Infatti, d'ora in poi lo scontrino della farmacia potrà essere detratto tra le spese mediche se indica una delle seguenti diciture: "farmaco", "medicinale", "med.", "f.co", "otc" e "sop" (sigle che indicano i medicinali di automedicazione, senza prescrizione medica), "omeopatico", "ticket" o "preparazione galenica".
Rimangono escluse dalla detrazione i prodotti definiti come "integratori" o "fitoterapici" (spesso erroneamente definiti fitofarmaci).
Non è ammessa alcuna altra dicitura o documentazione allegata allo scontrino ai fini della detraibilità della spesa.

Dopo tre anni l'Agenzia delle entrate ha finalmente deciso di eliminare l'obbligo di allegare una fotocopia della ricetta "rossa" allo scontrino che riporta la dicitura "ticket". Come avevamo più volte rilevato, la dicitura "ticket" su uno scontrino farmaceutico indica esclusivamente l'acquisto di un medicinale, di conseguenza pretendere la fotocopia della prescrizione medica significa obbligare il contribuente a sostenere un costo che spesso supera quanto poi recuperato al momento della dichiarazione dei redditi. Stiamo parlando di centesimi purtroppo, ma dobbiamo ricordarci che spesso e volentieri chi acquista farmaci in regime di esenzione è già costretto a sostenere molte spese mediche durante l'anno perché affetto da patologie croniche.

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Mer Mar 10, 2010 12:54 pm

I pensionati italiani sono i più tassati d’Europa: sulle loro spalle portano un terzo dell’intera pressione fiscale. Infatti il 30,4% del totale del prelievo Irpef è sostenuto dai pensionati. Sui 145,9 miliardi che l'erario incassa ogni anno dai suoi oltre 40 milioni di contribuenti, ben 44,4 provengono dalle buste-paga dei 15,3 milioni lavoratori a riposo.

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Mer Mar 10, 2010 12:59 pm

112, ovvero il numero unico europeo di emergenza.
Si chiama da qualsiasi telefono (rete fissa, telefoni pubblici, cellulare), ovunque ci si trovi in Europa. Vi risponderanno ambulanza, pompieri o polizia; il servizio è gratis, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Gio Mar 11, 2010 5:27 pm

Il ministro della Funzione pubblica, Renato Brunetta, ha presentato il sito www.vivifacile.gov.it, il portale unico per accedere ai servizi della pubblica amministrazione disponibile online.

Il sito sarà raggiungibile a partire dal 22 marzo. Sarà una piattaforma unica, divise in aree specifiche – cittadini, professionisti, imprese – e per tematiche – scuola, salute, previdenza, mobilità, fisco. L’obiettivo è quello di agevolare i diversi adempimenti burocratici, evitando code e spostamenti fisici a carico dei cittadini e delle imprese.

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Sab Mar 20, 2010 12:51 pm

da virgilio economia
Via dal Consiglio dei ministri il decreto con gli incentivi ai consumi e le misure fiscali per la copertura. Il provvedimento che consta di cinque articoli ha la forma di un decreto attuativo del ministero dello Sviluppo economico. Le misure potranno essere utilizzate dai cittadini a partire dal 6 aprile.
Cucine nuove. E' previsto un contributo, sotto forma di riduzione, "per il 10% del costo e nel limite massimo di singolo contributo pari a 1.000 euro, per la sostituzione dei mobili per cucina in uso con cucine componibili ed elettrodomestici da incasso ad alta efficienza
Motocicli. Se si cambia il vecchio motorino (euro 0 o euro 1) con "un motociclo fino a 400 cc di cilindrata ovvero con potenza non superiore a 70 kw nuovo di categoria euro 3" si potrà avere uno sconto "per il 10% del costo e nel limite massimo di singolo contributo pari a 750 euro". Lo sconto raddoppia se si acquista un motociclo dotato di alimentazione elettrica doppia o esclusiva: vale il 20% sino ad un massimo di 1.500 euro
Abitazioni. Fino a 7.000 euro per l'acquisto di eco-case, che consentono un risparmio consistente di energia. La norma prevede un contributo pari a 83 euro per metro quadrato di superficie utile (con un massimo di 5.000 euro) per immobili che garantiscono un risparmio di energia del 30% rispetto ad alcuni valori standard identificati in un decreto del 2005. Lo sconto sale a 116 euro al metro quadrato e ad un tetto di 7.000 euro se i consumi energetici migliorano del 50%
Elettrodomestici. La condizione è che si tratti di acquisti di elettrodomestici ad alta efficienza energetica e dotati delle più aggiornate misure di sicurezza. Per le lavastoviglie lo sconto è del 20% fino a un massimo di 130 euro, per i forni elettrici e i piani cottura il 20% fino a 80 euro, per la cappa elettrica si arriva ad un tetto di 500 euro, sempre con il 20% di sconto
Il tutto il sistema di sconti e incentivi sarà messo online, in modo da monitorare in temp reale l’esaurimento delle disponibilità finanziarie. Infatti il venditore dovrà collegarsi a un apposito sito internet e fornire i dati identificativi e quelli dell'acquisto. Successivamente dovrà fornire le fotocopie dei documenti di identità e copie degli scontrini emessi. L'operazione sarà però "automaticamente inibita in caso di esaurimento delle disponibilità del fondo".

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Lun Mar 22, 2010 6:48 pm

Oggetto: ATTENZIONE IMPORTANTE - rimborso IVA su TARSU-La Cassazione ha finalmente stabilito che la tassa sui rifiuti solidi urbani è di fatto una tassa e non una tariffa...
Rimborso IVA su TARSU - La Cassazione ha finalmente stabilito che la tassa sui rifiuti solidi urbani è di fatto una tassa e non una tariffa; di conseguenza hanno applicato l'iva su un importo dove non doveva essere applicata in quanto appunto "tassa".

Pertanto tutti gli utenti hanno diritto al rimborso del 10% dei 10 anni retroattivi; inoltre controllando sul sito "Federconsumatori" si evince che chi richiede il rimborso (che come al solito arriverà, lentamente ma arriverà) bloccherà di fatto l'iva sulle prossime fatture. Chi non lo fa si troverà a continuare a pagare tutto come prima perché, come capita solo in Italia, gente come anziani o fasce inferiori che non conoscono i loro diritti non ne usufruiscono "in automatico", ma solo se se ne accorgono e ne fanno richiesta.
chi fosse minteressato può richiedermi il modulo

Fate girare comunque tale comunicazione perché, come spesso avviene, i mezzi di comunicazione non ne parlano sufficientemente.

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Sab Apr 03, 2010 11:53 am

Dal 2008 esiste (legge finanziaria 2008, art. 1, comma 132) una norma che esenta dal pagamento del canone i cittadini italiani con età pari o superiore a 75 anni e con reddito annuo non superiore a 6.718,98 euro.

Previsione fino a oggi disattesa: la Rai continuato a pretendere il pagamento del canone a causa della mancanza del decreto attuativo della legge. Dunque che aveva i requisiti per beneficiare dell’esenzione ha continuato a pagare, in attesa di mandare il modulo per un eventuale rimborso

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Mer Apr 07, 2010 6:52 pm

Il latte in cartone, quando non è venduto dopo un determinato termine di tempo è rispedito in fabbrica per essere pastorizzato un'altra volta...
Questo processo può ripetersi fino a 5 volte, cosa che conferisce al latte un sapore diverso da quello iniziale, aumentando la possibilità di cagliare e riduce significativamente la sua qualità,nonché anche il valore nutritivo diminuisce...

Quando il latte ritorna sul mercato, il piccolo numero che vedete dentro il cerchietto nel file allegato viene modificato.
Questo numero varia da 1 a 5.
Sarebbe conveniente comprare il latte quando il numero non supera il 3.
Numeri superiori comportano una diminuzione nella qualità del latte.
Questo piccolo numero si trova nella parte inferiore del cartone; se compri una scatola chiusa, è sufficiente controllare uno dei cartoni, tutti gli altri avranno lo stesso numero.
Ad esempio: se un cartone ha il numero 1, vuol dire che è appena uscito dalla fabbrica; ma se ha il numero 4, significa che è già stato pastorizzato fino a 4 volte ed è stato rimesso sul mercato per essere venduto...

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Gio Apr 08, 2010 1:34 pm

E' una notizia che può dare fiducia o tristezza, secondo i punti di vista. Sicuramente è un segno dei tempi e dei luoghi, ovvero l'Italia del terzo millennio che invecchia sempre più e deve occuparsi dei suoi anziani: il comune di Milano offre 200 euro al mese a chi prenderà in affido un anziano.

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Mar Apr 13, 2010 9:49 am

La lunga stagione delle tasse inizierà il 30 aprile con la consegna del modello 730 all’ente previdenziale o al sostituto d’imposta. Si concluderà il 30 settembre con Unico online.

Quest’anno si dovrà pagare più tasse. Prima di tutto perché in novembre l’acconto per le persone fisiche è stato ridotto del 20%. Ora deve essere restituito, seppure senza interessi.
Poi l’inflazione ha alzato i redditi, mentre gli scaglioni sono rimasti invariati. Conseguenza? L’incremento di reddito verrà così tassato con un’eventuale aliquota marginale più alta. Causando un aumento della pressione fiscale.

Ma ci sono altri fattori che rendono piuttosto cattivo il Fisco.
Per esempio da anni è invariata la soglia di reddito per essere considerati familiari a carico: 2.840 euro. Se viene superata non solo si perdono le detrazioni, ma soprattutto si perde la possibilità di scontare spese sanitarie, interessi sul mutuo, tasse scolastiche.
Altro esempio di inadeguatezza della norma tributaria è il limite di 4.000 euro per detrarre gli interessi passivi dei mutui. Infatti questa soglia è stata introdotta quando i prezzi delle case erano meno della metà degli attuali e quando i prestiti medi si aggiravano attorno ai 100 milioni di lire, mentre oggi superano i 100mila euro.

da virgilio economia

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da pietro giorgio zoppellaro il Ven Apr 16, 2010 1:59 pm

In caso di catastrofi naturali non è previsto un diritto al rimborso. Lo dice Palo Landi, presidente Adiconsum: “quando si verifica una causa di forza maggiore, tipo terremoti, cicloni e in questo caso un’eruzione, le compagnie aeree possono cancellare i voli. I passeggeri hanno il diritto di essere ricollocati sul primo volo disponibile”. E – come detto – nessun risarcimento danni, “al massimo, se non si è più interessati a partire, si può richiedere un buono per altra data. Ma soldi indietro no, c’è scritto chiaramente sulla carta dei diritti del passeggero dell’Enac”.

pietro giorgio zoppellaro

Numero di messaggi : 353
Data d'iscrizione : 23.05.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo economico

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum